Stampa

Madre Giovanna M. Brambini

Madre Giovanna M. Brambini

   Lodi 1° novembre 1910 – Milano 24 ottobre 1971

Terza Superiora   Generale della Congregazione

 Madre Giovanna M. Brambini 1

Madre Giovanna Francesca Maria, al secolo Luigina Brambini, nacque a Lodi (Milano) il 1° novem­bre 1910. A. 22 anni entrò nella Congregazione delle Suore Angeliche di S. Paolo, fondata da S. Antonio Maria Zaccaria nel 1535.

Vestì l'abito religioso il 17 luglio 1933; fece la Professione temporanea l'anno successivo (26 luglio 1934) e la Professione Perpetua il 14 settembre 1937. Fu Vicaria e poi Superiora della Comunità di Trani.

Nel 1946, a soli 36 anni, fu eletta Madre Genera­le della Congregazione e continuò in tale ufficio quasi fino alla morte. Nell'ultimo anno fu Supe­riora della Comunità di Milano.

I ventiquattro anni del suo governo dettero vera­mente nuove e più vaste dimensioni alla vita e al­l'apostolato delle Angeliche.

Nel 1948 trasferì la Casa Generalizia ed il Novi­ziato da Milano a Roma: dalla permanenza nella capitale del mondo cattolico trasse modo e vantag­gi per intensificare la preparazione spirituale e pro­fessionale delle « sue » Angeliche e per dare impul­so apostolico e presenza universale alla Congrega­zione,

Non volle fare, e non fece, della Casa Generalizia un ufficio direttivo e di rappresentanza, ma una Comunità attiva, di preghiera e di partecipazione diretta all'apostolato educativo, perciò vi fece na­scere accanto un vasto complesso scolastico forma­to dalla scuola materna, elementare, media e ma­gistrale.

          Si adoperò per costruire con sacrifici enormi la chiesa, bella e luminosa, e, richiaman­dosi alla devozione eucaristica del Fondatore, volle che in essa si facesse adorazione quotidiana.

Abolì la distinzione tra Suore « coriste » e « con­verse », precorrendo di molto quanto disposto poi dal Concilio Vaticano II.

Ispirandosi all'ideale missiona­rio di S. Antonio Maria Zaccaria, nel 1963 inviò le prime Angeliche a Bukavu nell'ex Zaire, ogi Rep.Dem del Congo, e a Youngstown negli Stati Uniti.

Nel 1964 guidò il rinnovamento e lo sviluppo del Colègio S. Paulo, in Rio de Janeiro; nel 1965 tra­piantò le Angeliche in Spagna, a Palencia, dove esse si dedicarono all'insegnamento; nel 1966 aprì un centro promozionale in Caseiros (Rio Grande do Sul - Brasile).

Tutto questo, mentre procedeva il consolidamen­to e lo sviluppo delle opere in Italia, tra cui ebbe un posto particolare la trasformazione della antica Casa di Milano in uno dei più attivi e moderni cen­tri scolastici della città lombarda.

Appunto in Milano, la sera del 24 ottobre 1971, Madre Giovanna morì, dopo una breve malattia di cui aveva forse portato in silenzio i sintomi per molto tempo.

Madre Giovanna M. Brambini 2Sepolta a Milano, dopo quattro mesi, con l'aiuto di persone che l'avevano conosciuta e stimata, fu trasportata a Roma.

Le sue spoglie riposano ora nella chiesa annessa all'Istituto S. Paolo, in luogo decoroso e distinto. Chi l'ha conosciuta non può non avvertire la sua presenza, anche dal silenzio del sepolcro.

Le Ange­liche, in particolare, la sentono sempre viva perché il ricordo di tanto bene ricevuto alimenta continua­mente l'affetto riconoscente che va oltre il tempo.